FacebookLinkedinTwitter

Eventi

LA STRATEGIA RISORSE UMANE - Esiste? Cos'é? Come si elabora?

Lunedì 18 aprile 2016, dalle 18.00 alle 19.30 ca.

Hotel Parco Maraini - Ristorante Fresco, Via Massagno 36, Lugano

con Andrea Frei, Direttore HR di B-Source SA

Human Resources

 

Da quando fu introdotto il concetto di ‘Human Relation’ la funzione Risorse Umane ha trovato una sua ragione d’essere in azienda nella focalizzazione sugli aspetti motivazionali e relazionali legati ai "fattori umani". Nonostante sia passato ormai molto tempo da allora gli specialisti delle Risorse Umane dibattono tuttora, al loro interno, sulla dimensione strategica della propria funzione e sul (mancato) riconoscimento della centralità del proprio ruolo nella ‘Business Strategy’. Questa autoreferenzialità porta a porsi il quesito, se una strategia di Risorse Umane esita davvero, cosa sia, come sia elaborata, ma soprattutto se faccia parte ad ogni buon titolo della strategia d’impresa e che relazione abbia col ‘Business’.

Vi sono domande nella comunità di coloro i quali si occupano dei sistemi di gestione e di sviluppo delle risorse umane che ben rappresentano la difficoltà del dibattito nel dare un senso compiuto, quasi fosse una teoria generale, al proprio scopo strategico. Fra le molte visioni, ecco allora che la strategia HR può essere vista come 

  • un approccio per una nuova filosofia manageriale e di leadership
  • un modo per realizzare, in azienda, una società migliore
  • un metodo / un sistema per dare all’azienda migliori possibilità di successo
  • un centro di potere per partecipare alle decisioni che contano e far valere il lato umano
  • una diversa definizione del valore attraverso la combinazione fra il patrimonio umano e il capitale aziendale
  • un approccio innovativo per mobilitare le risorse umane verso una maggiore ‘democrazia’ nella gestione aziendale
  • una funzione di abilitazione delle persone al cambiamento costante, come una formula di successo e di adeguamento alla competizione crescente
  • la definizione delle risorse umane come un vantaggio competitivo strategico, al pari di altre risorse aziendali

La conferenza si prefigge l’obiettivo di ragionare insieme sulla strategia delle risorse umane partendo da alcune ‘storie’ sorte dall’esperienza di “Direzione HR” in un’azienda ticinese.

Andrea Frei è Direttore HR in B-Source SA e membro della direzione generale da 15 anni.

Ha una laurea in scienze sociali e politiche (Università degli Studi Milano) e un Executive Master in Consulting and Coaching for Change (INSEAD).

Entrata libera - iscrizioni entro il 13 aprile 2016.

PDF-ImmagineConferenza La strategia risorse umane 

 

 

 

Generazioni a contatto - Strumenti di lettura per nuove opportunità relazionali

Martedì 8 marzo 2016, dalle 18.00 alle 19.30

Hotel Parco Maraini, Lugano

con Roberto Fridel, ingegnere, consulente e coach aziendale,vincitore con MyEquilibrium del premio "Prodotto formativo dell'anno 2014" organizzato in Italia da Este editore.

 

"Il tabù di una generazione spesso corrisponde al trampolino di lancio per un'altra. E l'innovazione passa attraverso la capacità di saper vedere le cose con gli occhi di un altro, magari di età diversa."

Ogni generazione è contraddistinta da credenze, valori, cultura, capacità e competenze professionali; oggi in azienda ne convivono ben cinque di generazioni, ma come e con quali dinamiche ed effetti ? E cosa potrà cambiare nei prossimi anni ?

Ricerche scientifiche indicano che in azienda molte difficoltà legate alla produttività, alla motivazione ed al raggiungimento degli obiettivi sono spesso correlate alla poca consapevolezza e capacità di leader e responsabili a trattare con persone appartenenti a generazioni diverse tra loro.

Quali sono le generazioni che oggi sono presenti in azienda ? Come ed in cosa si contraddistinguono generalmente ? Quali sono i comportamenti a cui attenersi ? A quali generazioni appartengono le persone che ci sono più vicine ? Quali potrebbero essere le loro aspettative ? Che sguardo nuovo posso (io) portare da domani nella mia azienda per cogliere efficacemente le opportunità date da queste diversità ? E come ?

Roberto Fridel

Il relatore, consulente e coach aziendale, presidente dell'Associazione svizzera Generazioni & Sinergie, attraverso la sua attività e la formazione, in questi anni ha iniziato ad approfondire il tema della intergenerazionalità. Egli prima ci introdurrà alla lettura generazionale (imparare a riconoscerle, comprenderne le diversità) per poi condurci verso l'osservazione (identificazione, riflessione e confronto, pensiero d'azione), facilitata anche dallo scambio interattivo con le esperienze e il vissuto del pubblico.

Obiettivo della conferenza è quello di offrire ai partecipanti un "nuovo paio di occhiali" per iniziare a leggere con più oggettività il loro contorno quotidiano generazionale e provare ad elaborare strategie comportamentali diverse e più efficaci rispetto agli obiettivi perseguiti.

Entrata libera - iscrizioni entro il 4 marzo 2016.

PDF-ImmagineGenerazioni a contatto

Femmine con(-tro) Maschi - Valori e dolori delle donne manager nelle organizzazioni

  logo hr eventi  Femmine contro Maschi

 

Le foto dell'evento sono pubblicate nella Photogallery.

La presentazione della Signora Marialuisa Parodi, Presidente BPW Ticino (Business & Professional Women) é a vostra disposizione: http://bpw-ticino.ch/index.php?page=734

 

 

Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di “mostrare” nulla se non la loro intelligenza.

Rita Levi Montalcini

 

Sono emotive, aggressive, perdono il controllo facilmente? Oppure sono materne, protettive, orientate all’obiettivo e sempre sul pezzo?

Empatiche, seduttive, pratiche, fragili, umorali, fra di loro distruttive e competitive? Oppure razionali, solide, capaci di avere visione d’insieme e di restare concrete, di avere mille impegni e di saperli coniugare tutti, di competere e di fare squadra?

Orientate solo alla relazione con gli altri e alla riflessione di pensiero, o invece perfettamente capaci nelle discipline scientifiche e tecniche?

Le amiamo, le odiamo, sono meglio degli uomini, sono peggio degli uomini, sulle donne sul posto di lavoro e in particolare sulle donne in posizioni manageriali si dice di tutto e il contrario di tutto.

Ognuno ha la sua opinione e quell’ognuno è alla fine sempre un uomo che pone e si pone domande che non porrebbe a proposito di un collega dello stesso sesso.

Ma aldilà delle opinioni c’è una realtà fatta di donne pagate meno dei loro colleghi uomini e di una loro ancora scarsa presenza nelle stanze dei bottoni, un chiaro segno di come i pregiudizi si trasformino in disuguaglianze e soprattutto in perdita di opportunità e di valore per le aziende.

Quest’anno HR Ticino dedica l’appuntamento annuale delle risorse umane alla leadership al femminile, alla difficoltà ed alle soddisfazioni di essere donna e manager, al valore per l’impresa di avere differenze di genere nei propri vertici ed all’approfondimento dei meccanismi cognitivi ed emotivi nei due sessi.

Abbiamo invitato ospiti illustri per parlarci direttamente delle loro storie e portarci nella vita vissuta, per capire il valore di avere donne in azienda e per approfondire tematiche specifiche. Le condiremo a modo nostro, con una salsa agrodolce per offrirvi un pomeriggio frizzante che ci auguriamo sia ricco di spunti, idee e riflessioni per la nostra vita aziendale e non solo.

Questo l’impegno di HR Ticino perché, nelle organizzazioni come nella vita, Femmine contro Maschi sia finalmente soltanto un gioco.

 

Mercoledì 2 dicembre 2015 - Hotel De La Paix, Lugano

dalle 13.30 alle 18.30 (segue Standing Dinner)

Femmine con(-tro) Maschi

Valori e dolori delle donne manager nelle organizzazioni

 

Un pomeriggio di storie e di interventi frizzanti e provocatori sul tema della donna manager.

 PDF-Immagine Invito HRevenTI Femmine con(-tro) Maschi

Una tradizione di cambiamento - Dall'acino al Nettare degli Dei

Martedì 20 ottobre 2015
dalle 18.00 alle 20.00 ca.

presso
Masseria Cantori delle Cime

Strada della Stampa 4, Lugano

IMG 5520

Daniela Guzzetti e Christian Valentinotti, GVS Consulting SA

Nicoletta Cattaneo, Azienda Vitivinicola San Matteo, Cagiallo

Patrizia e Giuliano Cormano, Cormano Vini, Morbio Inf.

Mario e Giovanni Riccardi, Cantina Riccardi, Sureggio

 

Il cambiamento è un percorso lungo e complesso, ma può costituire un’opportunità.

E quando l’unica certezza è il cambiamento, perché continuare a resistergli invece di affrontarlo e scovarne la magia ?

Quale migliore metafora, allora, se non un prodotto d’eccellenza come il vino, per illustrare il lungo e complesso percorso della trasformazione ?

Degusteremo alcuni vini prodotti dai nostri ospiti che ci racconteranno la loro esperienza personale di cambiamento, guidati da due esperti di apprendimento esperienziale, in un'ambientazione d'eccezione.

Il cambiamento visto prima di tutto come esperienza personale all'interno o al di fuori di un'organizzazione, come affrontarlo, gestirlo e "sfruttarlo" al meglio.

vino 2015kk

Un ricordo della bellissima serata: https://www.youtube.com/watch?v=BwiS7XkysqU&feature=youtu.be

 

 

 

Logo Associazioni Ticinesi

 

Neuroscienze e Management - Nuovi strumenti per la professione manageriale

Giovedì 15 ottobre 2015

dalle 18.00 alle 19.30 ca.

Hotel Parco Maraini - Ristorante Fresco -

Via Massagno 36, Lugano

 

Relatori:

Maria Emanuela Salati, dirigente formazione, selezione, sviluppo, organizzazione e welfare presso l'Azienda Trasporti Milanesi S.p.A.

Attilio Leoni, responsabile formazione presso l'Azienda Trasporti Milanesi S.p.A.

MARIA EMANUELA SALATI       Attilio Leoni

Il 90% di quello che oggi sappiamo sul funzionamento del nostro cervello è stato scoperto negli ultimi quindici anni, tuttavia gli straordinari risultati di questi studi rimangono quasi sempre confinati nella ristretta cerchia degli addetti ai lavori. Eppure molti esiti delle ricerche potrebbero dare alle imprese ed ai manager ulteriori strumenti per una gestione più efficace delle persone e delle organizzazioni stesse. Basterebbe che vi fosse un ponte tra il mondo accademico ed il mondo delle aziende, spesso restio di fronte ad ogni ipotesi di cambiamento. L'applicazione delle neuroscienze al mondo del lavoro è agli albori, eppure i cambiamenti che ne deriveranno potranno avere enormi conseguenze sull'economia e sulla società, quindi sulla vita di ciascuno di noi.

I due relatori, manager d’azienda, in questi ultimi anni hanno approfondito il tema delle neuroscienze e, anche attraverso l’incontro ed il dialogo con molti neuroscienziati, ci racconteranno in particolare delle loro prime esperienze pratiche d’applicazione delle neuroscienze al contesto aziendale con particolare attenzione ai temi della formazione e del change management.

Seguirà un ricco rinfresco.

Entrata libera - Iscrizioni entro il 9 ottobre 2015 -

Parcheggi gratuiti a disposizione.

PDF-Immagine Conferenza_Neuroscienze_e_Management

 

Diventa socioiscrizioni