FacebookLinkedinTwitter

Eventi

Tavola rotonda

ripresa lavorativa 

 Martedì 5 giugno 2018 dalle 18.00 alle 19.30 ca.

CANVETTO LUGANESE - Via R. Simen 14b, Lugano

 Accompagnare il rientro nella quotidianità lavorativa dopo una diagnosi di tumore, durante e/o dopo le cure della malattia

Alba Masullo, Direttrice Lega ticinese contro il cancro

Rosy Croce, HR Manager Migros Ticino

Roberta Mottino, Responsbile della comunicazione di Dynamo Camp

Moderatrice: Samuela Barca, Consulente in reinserimento professionale Fondazione IPT

 

ENTRATA LIBERA - Iscrizioni entro il 28.05.2018

 

Le “entità” coinvolte nel processo di ripresa lavorativa, sono certamente in primis il paziente, ma anche il datore di lavoro ed i colleghi.

Ognuno ha delle domande, delle paure, delle attese.

Chi si è ammalato vorrebbe poter continuare a lavorare e/o riprendere entro breve. Nel contempo non sa se ce la farà a tornare come prima, a garantire gli stessi standard di performance come prima della malattia. Egli può avere paura delle reazioni dei colleghi: nascono sensi di colpa perché la sua assenza può aver creato un sovraccarico lavorativo ai colleghi. Nello stesso tempo ha bisogno di sicurezza e sostegno.

Il datore di lavoro a sua volta resta nell’incertezza: se fare domande potrebbe risultare invadente; non vorrebbe mettere pressione, ma ha la responsabilità aziendale.

I colleghi hanno a loro volta dei vissuti, si domandano se e come mantenere i contatti. Altre volte vivono davvero dei sovraccarichi lavorativi dovuti ad una assenza.

Punti di vista diversi che devono essere considerati in un percorso di accompagnamento alla ripresa lavorativa e che saranno trattati dai nostri relatori.

pdf  Locandina Tavola rotonda - Ripresa lavorativa dopo una malattia

Lezione spettacolo

lezione spettacolo

“La strada che porta all’inferno è lastricata di buone intenzioni”

Un ironico e dissacrante dialogo sulle difficoltà della dura vita di chi lavora con … per … sulle … nelle …risorse … umane (?)
Un po’ di auto-ironia per festeggiare insieme il 45° anniversario di HR Ticino.La

Martedì 29 maggio 2018 , 18.00 - 19.30

seguirà rinfresco in collaborazione con la Fondazione La Fonte

AULA MAGNA SUPSI - Via Trevano - Canobbio (Lugano)

ENTRATA LIBERA - Iscrizione obbligatoria entro il 22.05.2018

pdf  Locandina Lezione spettacolo "Fake News HR"

 

Da un grande potere derivano grandi responsabilità

Martedì 8 maggio 2018 dalle 18.00 alle 19.30

Hotel Villa Sassa, Lugano

Conferenza a cura di

LUCA MASCARO, CEO & Head of Design - Sketchin

FRANCESCA DI MARI, CMO & Communication - Sketchin

 

È un dato che i modelli di organizzazione del lavoro che vigevano fino a una decina di anni fa non sono più adeguati a rispondere alle esigenze del mercato e dei lavoratori. Soprattutto le nuove generazioni sono alla ricerca di un posto di lavoro che permetta loro di esprimere le proprie potenzialità e attraverso cui sentano di poter "fare la differenza".

Per attrarre e trattenere i migliori talenti, le aziende devono quindi trovare il modo di garantire libertà e senso di appartenenza e, allo stesso modo, salvaguardare gli obiettivi di business.

Nel 2014 Sketchin ha cominciato un percorso di trasformazione dei suoi metodi e processi ispirato alle metodologie agili proprio per raggiungere questo obiettivo.

Durante questo incontro vorremmo condividere metodi e buone pratiche e raccontare quello che abbiamo imparato in questi anni di continua sperimentazione.

ENTRATA LIBERA - Seguirà un rinfresco offerto dall'associazione.

ISCRIZIONI entro il 4 maggio 2018.

pdf  Locandina conferenza

 

 

Uno sguardo al presente: le tecnologie che sostituiscono le persone

Hotel Villa Sassa Lugano

Martedì 24 aprile 2018

dalle 18.00 alle 19.30 ca.

Conferenza a cura di DAVIDE PROVERBIO, divulgatore appassionato di nuove tecnologie e membro del gruppo HRevenTI

 

C’è stato il “futuro di una volta” e c’è un presente che ci attende.

Quali sono le tecnologie che più di altre stanno cambiando il nostro mondo? Che rapporto abbiamo con esse?

Alcune già le conosciamo e sono quelle che spesso popolano l’immaginario e le paure di molti: robot fuori controllo, macchine volanti, androidi ad immagine e somiglianza degli esseri umani.

Altre sono entrate prepotentemente a far parte del nostro recente passato. Sappiamo che esistono, qualcuno già le utilizza ottenendone dei vantaggi ma, alla maggior parte delle persone, trasmettono quella strana diffidenza tipica di ciò che è fuori dall’area di comfort: criptovalute, auto a guida autonoma, realtà virtuale, intelligenza artificiale.

Le più insidiose per il genere umano sono, però, quelle che ancora non si conoscono o che si fa fatica a comprendere ma che contribuiscono, senza troppo clamore, al fenomeno della cosiddetta disintermediazione: meno uomo più algoritmi.

Con il termine Intelligent digital mesh si fa riferimento a quelle tecnologie che più di altre sono considerate disruptive e che costituiscono i principali trend del 2018, ma di cui poco ancora si parla: blockchain e ICO, smart contract, conversational platform, chat-bot solo per citarne alcune.

L’obiettivo dell’incontro è quello di descrivere, in maniera divulgativa, il funzionamento di alcune di esse ed in particolar modo approfondire insieme che cosa è una blockchain e come questa, unita all’intelligenza artificiale, sta rendendo superflue alcune attività dell’uomo, modellando un “nuovo presente” fatto di rischi ma anche di opportunità da cogliere.

L’incontro è un approfondimento delle tematiche trattate nella giornata HRevenTI “Non c’è più il futuro di una volta” ed il primo di una serie di incontri pensati per tenere aggiornati gli “esseri umani” su una realtà in continuo fermento e mutamento.

ENTRATA LIBERA - Seguirà un rinfresco offerto dall'associazione.

Iscrizioni entro il 16.04.2018

pdf  Uno sguardo al presente: le tecnologie che sostituiscono le persone

 

 

Cineforum Risorse Umane "Il diritto di contare"

Giovedì 15 marzo 2018 - ore 18.00
Auditorium UBS Manno (parcheggi gratuiti)

Al termine della proiezione Fiorenza Bergomi, Procuratore Pubblico, avrà il piacere di commentare il film. Fiorenza Bergomi nasce a Mendrisio, studia presso l'Università di Zurigo dove consegue la laurea in Diritto. Intraprende poi la carriera di avvocato e nel 2001 viene nominata Procuratore Pubblico, mentre dal 2013 diviene Procuratore Capo.

TRAMA DEL FILM
Ci sono storie che, davvero, vale la pena vengano raccontate. La storia di Katherine Johnson e delle colleghe Dorothy Vaughn e Mary Jackson, è senza dubbio una di quelle. Dopo il libro che ha dedicato loro Margot Lee Shetterly, questo è il film diretto da Theodore Melfi che racconta la storia vera della matematica, scienziata e fisica afroamericana Katherine Johnson, che collaborò con la NASA, sfidando razzismo e sessismo, tracciando le traiettorie per il Programma Mercury e la missione Apollo 11.

Il diritto di contare è un film del 2016 (127 min.), con Taraji P. Henson, Octavia Spencer, Janelle Monáe, Kevin Costner, Kirsten Dunst, Jim Parsons, Mahershala Ali, Aldis Hodge, Glen Powell e Kimberly Quinn.

Entrata libera.
Seguirà un rinfresco offerto dall'associazione.

I posti sono limitati: è quindi necessaria l'iscrizione alla serata entro il 1. marzo 2018

pdf  Locandina Il diritto di contare

Diventa socioiscrizioni